Circle sarà coinvolta al fianco di Uirnet SpA e Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale nel progetto “E-BRIDGE. Emergency and BRoad Information Development for the ports of GEnoa”. Come anticipato lo scorso 26 ottobre da www.themeditelegraph.com il progetto, presentato dal Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti al bando Connecting Europe Facility 2018 dell’Unione Europea (DG MOVE) e supportato da RFI “ha un valore complessivo di circa 20 milioni di euro e rientra in un programma di rilevanza nazionale per il finanziamento di interventi sull’area di Genova, che include diverse iniziative che saranno progettate e sviluppate in maniera integrata e complementare”.

Il progetto punta a studiare ed implementare una serie di azioni pilota innovative dal punto di vista tecnologico e di processo, per migliorare l’efficienza dei flussi di merce in/out dai porti di Genova, in risposta ai nuovi fabbisogni del porto. Tra le linee d’azione previste: il ridisegno organizzativo ed informativo del sistema di ultimo miglio ferroviario, il completo adeguamento dei varchi portuali e dei gate terminalistici anche in relazione alle esigenze di connessione informativa con gli ambiti logistici esterni al perimetro portuale; la realizzazione di aree di sosta intelligenti all’interno delle aree portuali; la progettazione e l’implementazione di un progetto pilota per realizzare aree buffer esterne all’ambito portuale”.
La proposta, che si snoda nel biennio 2019/2020, vedrà il coinvolgimento di Circle in virtù dell’expertise della Società nei campi della progettazione europea e dell’ultimo miglio ferroviario.

Scarica il comunicato stampa

Start typing and press Enter to search