Circle su "The Medi Telegraph"

 In News, Senza categoria

Il sito editoriale verticalizzato su logistica, porti e trasporti intermodali The Medi Telegraph, pubblica oggi un articolo su Circle.

Di seguito il testo completo.

Offrire soluzioni all’avanguardia per le imprese che lavorano nel settore della logistica intermodale con particolare attenzione ai nuovi corridoi europei.
Questo è uno dei principali obbiettivi di Circle, realtà che si posiziona sul mercato come partner di aziende italiane ed europee che vogliono cogliere la sfida dell’innovazione, dell’internazionalizzazione, della crescita e al contempo dell’efficienza.

CirclePubbliredazionale

Tra i vari progetti che vedono coinvolta Circle c’è il progetto europeo “WiderMos” che, con capofila Autorità portuale di Spezia e attore importante Agenzia delle Dogane, prevede azioni pilota per migliorare i collegamenti tra porti e retroporti, promuovendo l’intermodalità e l’interoperabilità, semplificando le procedure di controllo alla merce al fine di efficientare i processi logistici e doganali lungo il corridoio Helsinki – La Valletta.

E poi “Milos”, una soluzione studiata da Circle per l’ottimizzazione dei processi in ambito portuale, interportuale e dei trasporti intermodali.

«Come azienda siamo sempre più improntati all’internazionalizzazione – spiega il CEO di Circle, Luca Abatello – e stiamo ottenendo ottimi riscontri su tutti i servizi che siamo in grado di offrire ai nostri clienti che oggi sono soprattutto terminal portuali, interportuali, porti ma anche aziende private ed aziende dello shipping che hanno necessità di muovere le loro merci nel modo più veloce ed efficiente possibile».

I sistemi logistici studiati da Circle permettono, nella movimentazione dei prodotti, una riduzione dei tempi e dei costi che si aggira fra il 20 e il 35%. Recentemente l’azienda ha vinto una gara nel porto di Melilla ed un’altra di consulenza per il ministero dei Trasporti del Portogallo. Ma nuovi contratti sono stati firmati anche in Olanda e Romania, a testimonianza della crescente espansione mediterranea ed internazionale dell’aziende genovese.

«L’incarico che nello specifico abbiamo avuto dallo scalo di Melilla – racconta Alexio Picco, business development and funding director di Circle – dimostra la forte attenzione che abbiamo nei confronti delle politiche di trasporto europee ed particolar modo delle reti Ten-T. E stiamo collaborando anche con la più grande realtà israeliana in materia di tecnologia, la Israel Aerospace Industries, con la quale lavoriamo su progetti robotizzati per la movimentazione dei contenitori».

E nelle prossime settimane verrà completata l’integrazione in Milos della soluzione per il preclearing e per i corridoi controllati multi e intermodali.
E proprio in collaborazione con Iai (Israel Aerospace Industries) Circle parteciperà per presentare le sue soluzioni a Toc Europe 2014 (Londra, 24 – 26 giugno), la fiera internazionale dedicata a tecnologia e operations di porti e terminal.

http://www.themeditelegraph.com/it/transport/2014/06/04/circle-occhi-puntati-sui-mercati-internazionali-della-logistica-c6LwVIIxFH0fHAm7fWWW6O/index.html

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search